Dettaglio news

Le Donne del Vino Piceno ospiti del Rotary.

 

Il Rotary di Ascoli Piceno ha organizzato un interessante incontro per approfondire i risultati della ricerca “Donne, vino e seduzione” condotta dal Prof . Gabriele Micozzi, Docente di Marketing dell’Università Politecnica delle Marche in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini Piceni. Il Presidente del Rotary Trivisonne ha dato il benvenuto ad alcune importanti protagoniste dei Vini Piceni : Paola Cocci Grifoni, contitolare con la sorella Marilena della omonima Cantina e figlia dell’indimenticabile papà Guido, cui si deve la riscoperta del vitigno “Pecorino”, Anna Maria Rozzi, titolare della cantina Villa Pigna e figlia di Costantino Rozzi, che con il suo tipico entusiasmo rilanciò il Falerio. Presenti anche le Cantine emergenti con Irene Cameli di Castorano e Francesca Pantaloni della cantina “Pantaleone” di Ascoli. Presenti all’incontro la Master Sommelier ascolana Valeria Cesari, recentemente rientrata dagli Stati Uniti e il Direttore del Consorzio Tutela Vini Piceno Armando Falcioni socio rotariano. La ricerca svolta su un campione casuale di 1200 donne, ha fatto emergere che per l’85% le donne scelgono vini autoctoni, e si avvicinano al mondo del vino per curiosità (58%) , o per passione (18%). Le donne preferirebbero partecipare ad eventi enologici per meglio conoscere i vini (14%), per conoscere le cantine (13% ), per gustare vini a minore gradazione alcolica (13%). Tra i vini marchigiani più amati dalle donne il Pecorino, il Rosso Piceno e la Passerina., insieme al Lacrima di Morro, Verdicchio e Rosso Piceno. Le donne intervistate sono affascinate dal mondo del vino e da chi lo rappresenta : un contadino che racconta la sua vigna (22%) , un produttore che racconta la sua cantina (20%), uno chef (15%) un sommelier (12%). Nel 58% dei casi per le donne una cena senza un buon vino è una occasione perduta . Nell’incontro con le “Donne del Vino Piceno” il Rotary ascolano ha voluto sottolineare la importanza di conoscere le realtà produttive locali, soprattutto nel settore del vino piceno di qualità che è in notevole crescita specie sui mercati internazionali. A conclusione dell’incontro al Consorzio dei Vini Piceni è stata avanzata la proposta di realizzare nel centro di Ascoli una Enoteca che esponga tutti i Vini delle Cantine Picene per offrire la più ampia scelta ai turisti, così come avviene nelle più celebrate città toscane


Allegati